Blog: http://Ildiariodibubu.ilcannocchiale.it

La morte (del marito) ti fa bella

Si avvicina la stagione dei matrimoni come io stessa ho ricordato qui; ebbene sì imperverso anche sul forum delle Malvestite; e come sta ricordando lui, con questi divertentissimi post sui matrimoni campagnoli.
Il matrimonio del 2008 che mi vede nelle vesti di invitata si terrà a luglio. Inutile dire che il vestito l'ho comprato a marzo, in un momento di depressione da brava figlia del consumismo ho deciso che lasciare un rene e mezzo da Max&Co. , fosse un buon modo per tirare su il morale.
Ma non è di questo che volevo parlare: dei matrimoni si parla fin troppo, io vorrei spendere due righe sulla metamorfosi delle donne quando raggiungono lo status di vedova. Perchè vedete quando vado al paese di mia nonna mi capita di vedere e di sentire storie assurde. Per dire: la Mariella era la bottegaia del paese: quarant'anni di onorato matrimonio, quarant'anni passati a sgobbare dalla mattina alla sera: quando non era in negozio, era nei campi a sgobbare,mica bruscolini.
Qualche anno fa il suo marito (diolabbiaingloriamen) si è ammalato di un male incurabile, e nel giro di sei mesi è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari. La Mariella ha tenuto la bottega per un po', poi si è stufata, ha chiuso tutto e nessuno l'ha più vista. L'ultima volta che sono stata al paese mi hanno detto che era ad AMSTERDAM; ci è andata dopo essere tornata dalla crociera. Ha deciso che dopo una vita passata a lavorare come un mulo, insieme al mai abbastanza compianto Dario, vuole vedere un po' di mondo. Mi hanno anche detto che è dimagrita e si è rifatta il guardaroba; e  che il sabato sera quando è a casa, va a ballare il liscio con un suo amico, e guai a malignare che di uomini fra i piedi non ne vuole più.
Poi c'è la Anna: lo scandalo del paese.
Da quando il suo Robertino è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari non solo è dimagrita, ma è anche ringiovanita di dieci anni. Non contenta si è messa con un vedovo, che mi dicono essere ricco e fascinoso, che l'avrebbe volentieri sposata, ma lei ha rispedito l'offerta al mittente e "mi a ca' mia,ti a ca' tua!". Perchè un marito ce l'ha già avuto, e l'esperienza le è bastata.
E poi ci sarebbero anche la Fernanda con i suoi 12 anni di onorata vedovanza, la Pia vent'anni: tutte in ripresa dopo la morte del mai abbastanza compianto coniuge.
Non so perchè ma quando penso ai matrimoni prossimi venturi mi vengono in mente loro.

Pubblicato il 11/5/2008 alle 15.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web