.

Ildiariodibubu [y ahora estoy aqui..]
Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Punto I
Come si dice in questi casi: questo blog non é una testata giornalistica ecc. ecc. insomma il resto lo sapete.
Punto II
Nel caso in cui riuscissi finalmente a infilare qualche foto qui dentro,e nell'ipotesi in cui dovessi pagare qualche diritto fatemi un fischio e magicamente sparirà.
Punto III
La proprietaria di questo blog é una narcisista egocentrica che si é ritagliata uno spazio ludo-impegnato-cazzeggiante per dire la sua sul mondo che la circonda, pertanto: chiunque é il benvenuto con l'eccezione di pedofili, nazisti, e serial killer.
Chi mi volesse scrivere può farlo: ildiariodibubu@gmail.com.
 
 _______________ 

Firefox 2
 

"E diverranno melanconici  tutti coloro
che si  affaticano troppo a legger libri
di filosofia"

Costantino Africano

  _______________

O cuore fa conto d'avere
 tutte le cose del mondo,
Fa' conto che tutto ti sia
 giardino delizioso di verde,
E tu su quell'erba verde
 fa' conto d'esser rugiada
Gocciata colà nella notte,
 e al sorger dell'alba smarrita


Omar Khayyam
 __________

Non dovrai su un asfalto di foglie cadute
 attendermi a lungo.
Tu ed io nell'adagio di Vivaldi
 c'incontreremo di nuovo.
Ancora le candele saranno di un giallo opaco
 e ammaliate dal sonno.
Ma l'archetto non chiederà come tu sia entrato
 nella mia casa a mezzanotte.
Passeranno in un muto gemito di more
 queste mezze ore,
sul palmo della mia mano leggerai
 gli stessi portenti.
E allora la tua angoscia
 fattasi destino,
ti allontanerà dalla mia soglia
verso una gelida risacca.

Anna Achmàtova

 _______________
 
... E andando nel sole che abbaglia
 sentire con triste meraviglie
com'é tutta la vita e il suo travaglio
 in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.

Eugenio Montale
 
 ______________

Risplende la tua luce
 nel buio della via
non so di dove vieni
e neppure chi tu sia
Sembri così vicina
e sei tanto lontana
Non conosco il tuo nome,
so solo che sei bella
E dovunque ti trovi
e chiunque tu sia
Scintilla, scintilla
 piccola stella.

Antica nenia irlandese

________________


Lei non é dal suo mare
ancora nata,
lei é musica ed é insieme parola;
é il legame che mai si potrà sciogliere
fra tutto ciò che vive nel creato.
Delle onde respiran calmi i seni,
ma un chiarore impazzito
il giorno illumina,
e stanno i lillà scialbi della schiuma
dentro un vaso color celeste-nero.
Acquistino le mie labbra, recuperino
la mutezza lontana, primordiale,
simile a una nota di cristallo
che vibra, fin dal suo nascere, pura!
Rimani quel che sei-schiuma o Afrodite,
tu, parola,rifluisci in musica,
vergognati del cuore,o cuore,fuso
con l'elemento primo della vita!

Osip Mandel'Stam

______________

11 maggio 2008
La morte (del marito) ti fa bella
Si avvicina la stagione dei matrimoni come io stessa ho ricordato qui; ebbene sì imperverso anche sul forum delle Malvestite; e come sta ricordando lui, con questi divertentissimi post sui matrimoni campagnoli.
Il matrimonio del 2008 che mi vede nelle vesti di invitata si terrà a luglio. Inutile dire che il vestito l'ho comprato a marzo, in un momento di depressione da brava figlia del consumismo ho deciso che lasciare un rene e mezzo da Max&Co. , fosse un buon modo per tirare su il morale.
Ma non è di questo che volevo parlare: dei matrimoni si parla fin troppo, io vorrei spendere due righe sulla metamorfosi delle donne quando raggiungono lo status di vedova. Perchè vedete quando vado al paese di mia nonna mi capita di vedere e di sentire storie assurde. Per dire: la Mariella era la bottegaia del paese: quarant'anni di onorato matrimonio, quarant'anni passati a sgobbare dalla mattina alla sera: quando non era in negozio, era nei campi a sgobbare,mica bruscolini.
Qualche anno fa il suo marito (diolabbiaingloriamen) si è ammalato di un male incurabile, e nel giro di sei mesi è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari. La Mariella ha tenuto la bottega per un po', poi si è stufata, ha chiuso tutto e nessuno l'ha più vista. L'ultima volta che sono stata al paese mi hanno detto che era ad AMSTERDAM; ci è andata dopo essere tornata dalla crociera. Ha deciso che dopo una vita passata a lavorare come un mulo, insieme al mai abbastanza compianto Dario, vuole vedere un po' di mondo. Mi hanno anche detto che è dimagrita e si è rifatta il guardaroba; e  che il sabato sera quando è a casa, va a ballare il liscio con un suo amico, e guai a malignare che di uomini fra i piedi non ne vuole più.
Poi c'è la Anna: lo scandalo del paese.
Da quando il suo Robertino è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari non solo è dimagrita, ma è anche ringiovanita di dieci anni. Non contenta si è messa con un vedovo, che mi dicono essere ricco e fascinoso, che l'avrebbe volentieri sposata, ma lei ha rispedito l'offerta al mittente e "mi a ca' mia,ti a ca' tua!". Perchè un marito ce l'ha già avuto, e l'esperienza le è bastata.
E poi ci sarebbero anche la Fernanda con i suoi 12 anni di onorata vedovanza, la Pia vent'anni: tutte in ripresa dopo la morte del mai abbastanza compianto coniuge.
Non so perchè ma quando penso ai matrimoni prossimi venturi mi vengono in mente loro.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. matrimoni boh confetti vedove allegre

permalink | inviato da ildiariodibubu il 11/5/2008 alle 15:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
sfoglia